Contacts +39 02 4547 1111|info@dronitaly.it

Primo drone-to-ship a Rotterdam

2020-05-27T11:36:05+02:00 27 Maggio 2020|

Drone consegna un pacco a una nave nel Porto di Rotterdam

Lo scorso 22 maggio il Porto di Rotterdam ha potuto festeggiare un primato tutto olandese: la consegna via drone di pezzi di ricambio alla Allseas’s Pioneering Spirit, la più grande nave del mondo e attualmente ormeggiata ad Alexiahaven in preparazione delle prossime attività offshore. Si tratta in realtà della prima consegna di un drone mai effettuata nei Paesi Bassi a una nave.

Il progetto pilota, realizzato dall’olandese Drone Delta, dall’Allseas e dall’Autorità del porto di Rotterdam, ha lo scopo di determinare se e come le consegne di droni possano aumentare l’efficienza dei trasporti nel porto di Rotterdam. Lo spazio aereo sopra l’area portuale sarà gestito in modo sicuro sotto lo slogan “Rotterdam, il porto più sicuro per volare”, consentendo alle parti di sfruttare al meglio le nuove tecnologie per rendere il porto più sicuro, più intelligente e più efficiente.

L’utilizzo di nuove tecnologie ci permette di rendere il nostro porto più intelligente, più snello, più efficiente e più sicuro. L’attuale progetto pilota ne è un esempio lampante: contribuisce in modo significativo a rendere più efficiente il trasporto in generale e, a tempo debito, contribuirà in modo specifico a ridurre la pressione sulla nostra rete stradale. Intendiamo strutturare il nostro spazio aereo in modo sicuro sotto lo slogan “Rotterdam, il porto più sicuro per volare”. I risultati di questo progetto pilota possono anche servire come input per il Ministero delle Infrastrutture e della Gestione delle Acque quando redigerà la legislazione e i regolamenti richiesti. Questo permetterà alla comunità imprenditoriale portuale di Rotterdam di trarre il massimo vantaggio da questi nuovi sviluppi“, ha affermato il consulente dell’Autorità Portuale Ingrid Römers.

Stephan van Vuren, uno dei promotori dell’iniziativa olandese Drone Delta: “Il cielo è il limite quando si tratta di usare i droni nell’area portuale. La prevenzione e il controllo degli incidenti, per esempio; o l’inquinamento delle acque; la lotta agli incendi; il monitoraggio delle operazioni portuali o dei danni. Altri esempi includono tutto, dalle ispezioni dei sistemi e dei ponti, alla costruzione e manutenzione delle infrastrutture, alle consegne alle navi e alle piattaforme petrolifere, al rapido trasporto medico di sangue e organi umani. E a lungo termine, potremmo anche assistere a consegne di merci pesanti e al trasporto di passeggeri! Questo progetto pilota nel porto di Rotterdam ci ha permesso di dimostrare direttamente il valore aggiunto della tecnologia dei droni in un ambiente complesso“.

Secondo Jeroen Hagelstein, Allseas PR manager di Allseas, anche l’industria offshore potrebbe beneficiare di questa nuova opzione di consegna: “Come fornitore di servizi tecnici per l’industria offshore, stiamo continuamente spingendo i confini tecnici esistenti. L’esempio è quello di Pioneering Spirit. Con questo test, vogliamo verificare se i droni possono essere un mezzo efficace per consegnare i materiali alle nostre navi in modo rapido ed efficiente. Gli elicotteri, ad esempio, non sono sempre disponibili in tutte le località. La consegna dei droni può essere un valore aggiunto quando abbiamo urgente bisogno di parti che non possiamo riparare da soli – per esempio interruttori di rete o chip per computer“.

Fonte: Port of Rotterdam