Contacts +39 02 4547 1111|info@dronitaly.it

Droni per la gestione di fuoriuscite di petrolio

2019-12-19T09:27:32+01:00 7 Gennaio 2020|

UAVs cruciali per la gestione e il monitoraggio dei disastri petroliferi

La Deepwater Horizon della BP nel 2010 versò 210 milioni di galloni di petrolio nel Golfo del Messico causando il peggiore disastro ambientale mai registrato. Il modo migliore per affrontare tali eventi è riuscire a rispondere in modo rapido ed efficace. Tuttavia, farlo è una sfida importante per le compagnie petrolifere e per gli altri soggetti che intervengono. Le ultime tecnologie possono essere d’aiuto?

Terra Drone (drone service provider tra le più grandi al mondo) crede di aver dimostrato come gli strumenti a pilotaggio remoto siano in grado di poterlo fare. Una delle sue consociate, Terra Drone Angola, ha preso parte a una simulazione di fuoriuscita di petrolio al largo delle coste dell’Africa occidentale per valutare come i droni possono essere utilizzati per raccogliere rapidamente informazioni critiche da trasmettere ai soccorritori.

la nave di soccorso utilizzata nella simulazione

Nell’esercizio condotto da Terra Drone Angola è stato rilasciato un colorante ecologico in mare per simulare la fuoriuscita di petrolio. Per aiutare l’azienda petrolifera a identificare la posizione della fuoriuscita simulata e valutarne l’estensione è stato utilizzato un octocopter dotato di una fotocamera RGB e un filtro polarizzatore. Sono stati effettuati sei voli per tentare di individuare e dimensionare la fuoriuscita simulata e mostrare come i droni possono essere utilizzati per raccogliere informazioni cruciali in una situazione di risposta di emergenza.

Siva Keresnasami, direttore delle operazioni per Terra Drone Angola, ha dichiarato: “È inevitabile che le operazioni con i droni svolgano un ruolo fondamentale in attività come queste in futuro. I droni sono veloci ed efficaci e forniscono ai decisori le informazioni esatte necessarie per consentire loro di prendere decisioni corrette sul campo.

Oltre a monitorare la risposta alle fuoriuscite di petrolio, i droni possono anche essere utilizzati dagli operatori Oil & Gas per diverse attività di asset management, come le ispezioni di torce, sottocoperta, scafo, serbatoi interni e oleodotti. I droni sono ugualmente in grado di eseguire rilievi aerei su larga scala che possono essere utilizzati per studi ambientali di base, rilevamento di fughe di gas e modellazione 3D degli asset.

Fonte: Terra Drone – traduzione a cura di dronitaly