Contacts +39 02 4547 1111|info@dronitaly.it

Drones4Safety: sciami di droni per la sicurezza delle infrastrutture

2020-07-29T12:19:02+02:00 29 Luglio 2020|

Le italiane Deep Blue, EUCENTRE e NEAT tra i partner del progetto

Con un comunicato stampa, lo scorso 28 luglio, i nove partner di Drones4Safety hanno annunciato il lancio del progetto di ispezione delle infrastrutture autonomo, continuativo e accurato condotto da sciami di droni per la sicurezza delle infrastrutture dedicate al trasporto di merci e passeggeri, i ponti e le ferrovie.

Drones4Safety rientra nel programma di finanziamenti Horizon 2020 e uno degli aspetti più innovativi del progetto riguarda la possibilità per il drone di auto ricaricarsi attraverso cavi ferroviari e ad alta tensione, garantendo così un’operatività prolungata.

Il progetto, coordinato dalla University of Southern Denmark, riunisce nove partner, di cui tre italiani: Deep Blue, EUCENTRE e NEAT.

Deep Blue è una società di ricerca e consulenza specializzata in fattore umano, sicurezza e validazione dei sistemi, con particolare attenzione al dominio dei trasporti. Partecipa al progetto di Drones4Safety supportando il coordinamento delle attività, occupandosi della comunicazione del progetto e contribuendo a definire un sistema di valutazione della sicurezza delle operazioni condotte con i droni. “Ottimizzare tempi e costi, rendere più ecologicamente sostenibile e soprattutto potenziare il grado di sicurezza e fattibilità delle ispezioni sono i principali vantaggi di questo sistema”, spiega Damiano Taurino, R&D Manager di Deep Blue e Dissemination Manager in Drones4Safety. “Assicurare ai viaggiatori un’infrastruttura sicura e affidabile è senz’altro l’obiettivo principale del progetto. Non è escluso, però, che questo nuovo sistema possa contribuire anche alla crescita economica aprendo la strada a nuovi mercati e favorendo l’industria tecnologica e la nascita di nuove figure professionali.

La Fondazione EUCENTRE (Centro Europeo di Formazione e Ricerca in Ingegneria Sismica) è centro di Competenza del Dipartimento di Protezione Civile Nazionale ed opera nel campo della ricerca applicata per la sicurezza e la valutazione del rischio. Nel progetto si occuperà della parte relativa alla valutazione del danno su ponti e viadotti, contribuendo anche alla parte ispettiva con l’utilizzo di droni, in qualità di operatore per operazioni critiche ai sensi del regolamento ENAC. “Il tema della sicurezza delle infrastrutture è sicuramente uno dei più attuali, come hanno dimostrato in Italia i recenti crolli e la scelta da parte del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti di pubblicare delle nuove linee guida per la sicurezza”, spiega Chiara Casarotti, Capo Dipartimento Supporto alle Emergenze di EUCENTRE. “Il progetto servirà a fornire strumenti tecnologicamente avanzati di supporto alla valutazione della sicurezza delle infrastrutture.

NEAT S.r.l. è una società di ingegneria che fonda le sue radici nella ricerca e che fornisce servizi specializzati per la realizzazione di sistemi hardware e software mission & safety critical nei settori ferrotranviario, avionico, aerospaziale e industriale. Inoltre, è un operatore SAPR autorizzato dall’ENAC per operazioni specializzate critiche. Nell’ambito del progetto Drones4Safety, NEAT, fungerà da “collante” all’interno del partenariato, occupandosi della raccolta dei requisiti, della definizione dell’architettura e delle interfacce, nonché dello sviluppo di componenti hardware e della definizione ed esecuzione delle attività di validazione sul campo relative all’ispezione delle infrastrutture ferroviarie. “Drones4Safety getterà le basi per la realizzazione di un nuovo paradigma denominato Drone Inspection as a Service (DIaaS) e finalizzato all’erogazione di servizi ispettivi delle infrastrutture ferroviarie e, più in generale, delle infrastrutture lineari (elettrodotti, oleodotti, autostrade, …). Il progetto”, racconta Andrea Del Sole, Research & Innovation Manager di NEAT “attraverso un rivoluzionario sistema di droni che operano in modalità coordinata, autonoma e BVLOS, consentirà anche alle PMI di esplorare modelli di business innovativi e competitivi.

Per maggiori informazioni sul progetto visitare www.drones4safety.eu